Contatti: correggese@correggese.it (segreteria) - media@correggese.it (uff.stampa) - biglietteria@correggese.it (accrediti)
LE DURE REAZIONI DELLA CORREGGESE NEL DOPO IMOLESE-CORREGGESE
05/03/2018


CORREGGIO (Reggio Emilia) 05.03.2018 – Non si paca l'eco della partita Imolese-Correggese. Il gesto antisportivo dell’Imolese ha scaldato gli animi sia durante che al termine della partita trascinando amarezza e superficialità sportiva. Ieri allo stadio Romeo Galli, mentre i locali festeggiano con urla nel chiuso del loro spogliatoio, quelli della Correggese non le mandano a dire ottenendo risposte, a volte, non molto cordiali e ben oltre il limite della buona educazione.
Davanti agli spogliatoi della sua squadra il presidente della Correggese, Claudio Lazzaretti, è esterrefatto:"Un gesto decisamente antisportivo – il commento del patron biancorosso – e non è in questa maniera che si dimostra di essere il più forte. Io se fossi in loro non esulterei neanche. La Correggese aveva strameritato il pareggio, ma l’arbitro ha pensato bene di fare dieci minuti di recupero tra primo e secondo tempo, più altri otto dopo il novantesimo. Se ci dicevano che finiva così non venivamo neanche. Dopo la loro doppia espulsione non c’è stata più partita".
A completare l'opera di comportamento incivile, il faccia a faccia del presidente Lazzaretti con il presidente dell’Imolese, Lorenzo Spagnoli che difende l’operato della sua squadra e si lascia andare poi ad una frase di cattivo gusto: "Cosa volete che quando siamo venuti a Correggio ci avete fatto fare la rifinitura nella merda".
Complimenti per la frasistica signor presidente Spagnoli.
La verità è che l'Imolese ha sottovalutato la Correggese guardando solo allo stato di classifica e dando per scontati i tre punti. Da qui la volontà di voler giocare a tutti i costi anche su un campo al limite della regolarità quando piazze vicine come Mezzolara, San Mauro Pascoli e Cesena avevano già dato forfait. Il doppio vantaggio della Correggese nei primi 45 minuti ha riportato la squadra di mister Gadda sulla terra anche attraverso comportamenti antisportivi dettati dal nervosismo.
Giacomo Mammetti, uscito dallo spogliatoio ancora in accappatoio, è incavolato nero: "Non ci hanno restituito la palla – spiega il capitano della Correggese – in un giorno come questo dove è morto Astori, poi questa la chiamano sensibilità e fair play.  Noi la palla l’abbiamo messa in fallo laterale per un loro giocatore. Detto questo adesso dobbiamo guardarci tutti davanti allo specchio, perché in una partita come questa è incredibile non avere portato a casa nemmeno un punto".
Nel frattempo passa il mister dell’Imolese, Massimo Gadda, che si reca alla conferenza stampa e sul fatto incriminato si esprime così: "E’ diventato un sistema quello di mettere la palla fuori – il commento di Gadda – e lo hanno fatto per niente e poi noi siamo andati già segnando. E’ un malcostume italiano e poi succedono queste cose".
Quando viene informato mister Salvatore Marra delle parole del suo collega la risposta è questa: "Io spero che succeda a lui e che perda il campionato in questa maniera – dice Marra – e poi vediamo cosa dice. Non siamo stati inferiori e pagato delle ingenuità e dopo la loro doppia espulsione ho provato a mettere in campo una squadra più offensiva e con dei giocatori bravi nell’uno contro uno. E’ una bella mazzata e speriamo di smaltirla durante la sosta".
A chiudere il pensiero di Hicham Miftah: "Sono stati scorretti a non restituire la palla, ma noi dovevamo essere più svegli".
Adesso per la Correggese, il cammino verso la salvezza affronta una salita ancora più irta. La Correggese rimane infatti al terz’ultimo posto con 26 punti, ma occorre tener conto che quella tra Imolese e Correggese è stata l’unica partita giocata in questo undicesimo turno di un girone D di Serie D falcidiato dal maltempo e dalla tornata elettorale e che verrà recuperato in gran parte nel prossimo fine settimana, periodo di pausa programmata per il Torneo di Viareggio. Un programma dunque molto intenso ma che non riguarda la Correggese di mister Salvatore Marra che è in pari con le partite e tornerà in campo domenica 18 marzo per una sfida salvezza casalinga con la Colligiana che a questo punto sarà determinante per la corsa verso la salvezza. Da qui alla fine mancano otto partite, con 24 punti in palio, che assomigliano tutte ad autentici spareggi per mantenere la Serie D.     


La news stata vista 2474 volte

Notizia precedente:
LA SINTESI FILMATA DI IMOLESE-CORREGGESE
Notizia successiva:
TANTI AUGURI AD ALESSANDRO VECCHI
 
IN ATTESA DEL FUTURO
CORREGGIO, 16.07.2018. La Correggese, in una sorta di Sliding Doors calcistica, da un lato, ha completato l’iscrizione al Campionato di Eccellenza del Comitato Regionale Emiliano-Romagnolo ed al contestuale Campion...
CAMARA ALLA CORREGGESE
CORREGGIO, 13.07.2018. La Correggese, con il tesseramento di Mohamed Yousouf Camara, si è assicurata un nuovo giovane baluardo difensivo che arriva dalla lontana Guinea. Un altro Camara vestirà dunque la...
ARRIVA CALANCA
CORREGGIO, 09.07.2018. La Correggese, con un gran colpo del Direttore sportivo Marco Bernardi, ha formalizzato il tesseramento di Alessandro Calanca, rafforzando in modo significativo il proprio reparto difensivo. Il ...
LA DOMANDA DI RIPESCAGGIO DELLA CORREGGESE
CORREGGIO, 06.07.2018. Nei tempi previsti dalla Lega Nazionale Dilettanti, la Correggese ha completato la domanda di ripescaggio al Campionato di Serie D. Adesso si aspetta una risposta dal Dipartimento Interregionale...
Altre news - Settore giovanile
   
Main Sponsor

S.S.D. CORREGGESE CALCIO 1948 arl: Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE - TEL 0522.692265 - FAX 0522 642286 - P.Iva 01397880350
STADIO Comunale "Nuovo Stadio Walter Borelli" Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE correggese@correggese.it
Sito internet by www.globe.st