Contatti: correggese@correggese.it (segreteria) - media@correggese.it (uff.stampa) - biglietteria@correggese.it (accrediti)
LAZZARETTI: ''ALLA CORREGGESE SI PRETENDE RISPETTO''
07/12/2017


CORREGGIO (Reggio Emilia) 07.12.2017 - Sembrerà strano, ma la Correggese all'ultimo posto fa parlare di se molto più di quando vinceva playoff e quando un pareggio pesava quasi come una sconfitta.
Ma questa stagione ha una storia che parte da lontano, esattamente da quando patron Lazzaretti ha cominciato ad allestire una squadra che voleva essere un rinnovamento con un programma bi-triennale.
Con questo progetto, viene proposta una Correggese completamente nuova dove i soli Bovi, Landi e Sereni (inizialmente anche il giovane Okpebholo poi accasatosi alla Riese) ne fanno parte. Uomini nuovi a partire dalla panchina affidata a Salvatore Marra e tanti innesti di valore al loro esordio nel Girone D come Parenti, Presicce, De Marchi e altri. Ma anche tante "scommesse", ovvero giocatori reduci da annate poco gloriose o travagliate da infortuni per via delle quali il Presidente e il direttore sportivo vogliono offrire una possibilità di rivalsa.
Problemi di amalgama, personali e psicologici però, portano le azioni della Correggese in ribasso, primo campanello di allarme, una squadra che non riesce a vincere nemmeno in amichevole. "Quando ci saranno i tre punti in palio, la squadra tirerà fuori il carattere" sostenevano in molti, invece l'eliminazione in Coppa Italia al primo turno ed un solo punto in quattro partite, costingono il Presidente biancorosso a correre ai ripari. L'esonero di Salvatore Marra è inevitabile, la presa di posizione è per lo più dettata dall'intenzione di dare una scossa all'ambiente, il valore del mister napoletano infatti non è mai messo in discussione, ma nel calcio è sempre l'allenatore a pagare le colpe. Non fa eccezione nemmeno la Correggese.
Sulla panchina biancorossa arriva Gabriele Graziani, figlio d'arte che non andrà oltre i due mesi, dove raccoglie nove punti in undici partite, troppo poco. Il 19 Novembre il DG Marcello Rossi si presenta in sala stampa al posto di mister Graziani per comunicarne l'esonero e il giorno dopo patron Lazzaretti richiama Marra ma avverte: "Oggi paga l'allenatore, ma se già domenica a Trestina non vedo una scossa, pagheranno anche i giocatori". La lunga trasferta umbra porta la squadra a subire una nuova sconfitta ma non solo, la Correggese regala un intero primo tempo ad una squadra che non ha un organico migliore del suo. Arrivano a Correggio Mammetti e Palumbo, troppo poco per dare una sterzata immediata e domenica scorsa contro Sansepolcro la musica non  cambia.
Arriva per il Presidente Claudio Lazzaretti il momento di agire e svincola prima Presicce, Hardy e La Rocca, poi De Marchi, Parenti, D'Andrea ed Edeobi. Allo stesso modo sono stati messi fuori rosa anche Bovi e Mariotti che però prolungheranno il loro rapporto con il sodalizio biancorosso allenandosi con il gruppo in attesa di una nuova sistemazione.
Non tutte le decisioni però sono dettate dall'ira del Presidente, qualche elemento ha preferito abbandonare la nave che affonda in barba alle lusighe che lo stesso Lazzaretti aveva riservato per loro.

Patron Lazzaretti è un misto tra rabbia e delusione.
"Penso che la società abbia dimostrato che vuole farsi rispettare e di non consentire ai giocatori di metterle i piedi in testa - esordisce il presidente biancorosso - in un calcio come quello di oggi ci sono molti più giocatori senza valori rispetto a quelli che invece ne hanno".

Quali errori sono stati fatti in campagna acquisti?
Abbiamo solo fatto l'errore di voler puntare su giocatori che hanno dimostrato la loro bravura sul campo. Purtroppo però si sono rivelati uomini senza valori.

Con nove giocatori con le valige e due delicatissimi confronti alle porte, non sarà facile porre rimedio. Cosa pensa di fare?
Siamo consapevoli di questa difficoltà, ma non perchè abbiamo ripulito la rosa, ma perchè siamo ultimi in classifica e non sarà facile convincere nuovi giocatori ad accasarsi a Correggio. Quando avevamo il potenziale per chiudere con 80 punti tutti volevano venire, mentre oggi tutti scappano.

Ma lei è un tenace. Ci crede sempre?
Io non smetterò mai di crederci fino alla fine. Ma soprattutto ho constatato che a crederci sono i giocatori che abbiamo recentemente acquistato. Mammetti ha dimostrato essere uomo innanzitutto, mi aveva promesso che sarebbe venuto a Correggio e lo ha fatto indipendentemente dalla classifica. Ha dimostrato tutto il suo valore dentro e fuori dal campo, era richiesto da squadre con la classifica migliore ma ha mantenuto la parola data.

E' stata una presa di posizione importante. Sarà per la Correggese il primo mattone?
Lo sarà e faremo di tutto per uscire da questa situazione. E' un segnale forte di cui l'ambiente ha bisogno. E' arrivato il momento di dire basta a persone capaci solo di pretendere e che ti trattano come più gli fa comodo. Una mancanza di rispetto non solo per la dirigenza, ma verso i compagni e soprattutto nei confronti dei tifosi.

A chi si rieferisce?
Non importa, ma il discorso vuole anche essere generalizzato. Io ho sempre fatto sfrozi per dare lustro alla Correggese, soprattutto in una categoria dove è tutta una spesa, dove non ci sono grandi contributi e dove non c'è nulla tranne l'amore calcistico. Chiedo un minimo di risconoscenza e rispetto.

Chi arriverà a Correggio nelle prossime ore?
Stiamo lavorando sodo e consapevoli di quanta difficoltà si può incontrare in un mercato come quello di metà campionato. Io ed i miei collaboratori abbiamo discusso a lungo ed abbiamo preso la strada forse più tortuosa, ma è sempre meglio di quella che ti porta ad essere in balia di certa gente che finora sono stati i responsabili dell'affossamento della Correggese.

Che prerogative dovrà avere il futuro giocatore della Correggese?
La fame giusta. La consapevolezza che la Correggese è ultima in calssifica. La voglia di mettere anima, fiato e cuore.


La news stata vista 1477 volte

Notizia precedente:
JUNIORES, TRA CORREGGESE E ROMAGNA CENTRO UN PARI TINTO DI GIALLO
Notizia successiva:
DAVIDE MIOCCHI, NUOVA PUNTA DELLA CORREGGESE
 
LORENZO RICCIO IN VIAGGIO VERSO MATELICA
CORREGGIO (Reggio Emilia) 12.12.2017 - La Correggese Calcio comunica a di aver raggiunto l’accordo per il passaggio del difensore esterno sinistro Lorenzo Riccio alla società Matelica, squadra militante ne...
VIDEO| CORREGGESE-RIMINI, GLI HIGHLIGHTS
CORREGGIO (Reggio Emilia) 11.12.2017 - Nel calcio non si vince ai punti. Però c'è da dire che  almeno ieri, per la prima volta da tanto tempo, si è vista una Correggese con carattere e gioco che...
LA CORREGGESE RIALZA LA TESTA, MA VINCE IL
CORREGGIO (Reggio Emilia) 10.12.2017 - I cambiamenti stanno portando i frutti sperati, al Borelli oggi si è vista finalmente una Correggese che non si vedeva da tempo, carica di grinta e determinazione. Ma quando ...
CORREGGESE-RIMINI, LA DIRETTA WEB
CORREGGIO (Reggio Emilia) 10.12.2017 - Correggese Rimini sarà la partita dei nuovi volti. La gara vede di fronte due squadre in un match valido per la la 18^ giornata del Campionato di Serie D Girone D con tante n...
Altre news - Settore giovanile
 
 
Virtus e Correggese insieme per i giovani
Per informazioni
   
Main Sponsor

S.S.D. CORREGGESE CALCIO 1948 arl: Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE - TEL 0522.692265 - FAX 0522 642286 - P.Iva 01397880350
STADIO Comunale "Nuovo Stadio Walter Borelli" Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE correggese@correggese.it
Sito internet by www.globe.st