Contatti: correggese@correggese.it (segreteria) - media@correggese.it (uff.stampa) - biglietteria@correggese.it (accrediti)
COLLINS OKPEBHOLO, DALLA GUERRA ALLA CORREGGESE
29/07/2017


La storia di Collins Okpebholo, nigeriano classe 1998 che all'età di 15anni, per sfuggire a guerra e fame, decide di lasciare famiglia e amici, per raggiungere l'Italia con un viaggio massacrante attraverso la Libia. Riconosciutogli lo status di “rifugiato per cause umanitarie” arriva a Reggio Emilia dove trova modo di mettere in mostra le sue abilità calcistiche e la Correggese lo integra nel suo organico. LEGGI LA SUA STORIA .........

CORREGGIO (Reggio Emilia) 29/07/2017 - Nella lista dei giocatori della Correggese inseriti nella rosa della prima squadra 2017/2018 c'è anche il nome di Collins Okpebholo.
Collins è un ragazzo di 19 anni, nigeriano che nella stagione passata si è messo in luce nel centrocampo della squadra Juniores di mister Baglieri suscitando per le sue doti, molto interesse da parte dei club della zona. Mister Benuzzi l'ha voluto con sè in molti ritiri e allenamenti della prima squadra per poterne accellerare la sua maturazione come uomo e come atleta, fino all'esordio in prima squadra e a una partita giocata sopra le righe contro la Ribelle.
Fin qui sembra una storia come tante, ovvero quella di un ragazzo che sogna di potersi confrontare con le gesta di Messi e Cristiano Ronaldo o addirittura scendere in campo insieme. Invece la storia di Collins Okpebholo ha sfaccettature diverse. Il giocatore nigeriano non ha avuto possibilità in Africa di coltivare le sue doti, le scuole calcio non esistono o comunque non hanno il peso ed il valore del vecchio continente, eppoi parlare di calcio visto o giocato in una zona del mondo dove imperversano gli jihadisti di Boko Haram, non se ne trova nè la voglia nè il senso.
A quindici anni Collins decide di lasciare famiglia e amici, guerra e fame. “Boko Haram” assicura un destino di sangue e di assenza di futuro, la famiglia Okpebholo quindi raccimola i soldi per le due settimane di viaggio e così inizia la fuga dalla guerra del giovane Collins.
Dopo un viaggio massacrante arriva in Libia, senza un’idea di cosa fare e dove andare. Trova assistenza in un “campo profughi” e dopo poco, trova il modo di raggiungere Tripoli in auto attraversando il deserto. Nella capitale libica il destino gli fa incontrare un “buon arabo” che lo ospita, lo mantiene e lo fa lavorare come pulivetri; gli trattiene il salario per “finanziare” la sua traversata con destinazione Italia. Dopo sedici mesi di lavoro l'arabo che lo ha sempre aiutato, gli organizza con le poche speranze, il viaggio verso l'Italia. Il battello è in buono stato, trasporta una sessantina di passeggeri senza eccessivi rischi, arriva così a Lampedusa senza dover essere soccorso da nessuno.

Per incrociare un altro destino deve passare ancora un po’ di tempo in Sicilia, nel campo profughi di Augusta, dove gli viene riconosciuto lo status di “rifugiato per cause umanitarie”. Poi arriva la destinazione in Emilia Romagna e in particolare a Reggio Emilia dove trova una prima sistemazione in un vecchio albergo del centro storico. Preso in carico e assistito dalla cooperativa “Dimora di Abramo”, presso cui frequenta il corso di formazione obbligatoria per avere diritto al permesso di soggiorno provvisorio, Collins dimostra tutta la sua volontà di crescita imparando in brevissimo tempo la lingua italiana. Tra gli insegnanti la professoressa Nadia Viviani, una gentile signora di Correggio che lo segue e lo porta nel paese della bassa reggiana. Collins è ormai un ragazzo di 17 anni, timido ma pieno di buona volontà.
Qualcuno lo nota nelle gesta con il pallone per strada e gli chiede:"Ma tu dove hai imparato a giostrarti con la palla in questo modo?...". La sua risposta fu straordinaria e nello stesso tempo piena di vita:"On the road". Già, proprio per strada, senza allenamenti, senza le urla e le umiliazioni da parte dei "fenomeni della panchina" e senza genitori attaccati alla rete di un campetto molto spesso con atteggiamento diseducativo per la crescita del proprio figliolo.
A Collins viene proposto di provare a giocare con la Correggese e lui accetta integrandosi con la squadra e con il paese. Canta nel coro della chiesa pentecostale di Reggio Emilia, studia e dà l’esame di terza media con una buona conoscenza dell’italiano.
Collins non si lascia sfuggire l'opportunità offertagli dal sodalizio del Presidente Claudio Lazzaretti e macinando chilometri in bicicletta per raggiungere lo stadio Borelli con qualsiasi condizione atmosferica e senza mai mancare ad un allenamento, si afferma anche nel calcio non di strada.

Il resto è storia recente. Collins Okpebholo desta già dal primo giorno di ritiro, ottima impressione a mister Salvatore Marra e ai suoi nuovi compagni tanto da entrare a pieno titolo nella rosa della prima squadra della Correggese per il campionato 2017/2018.

Recentemente Primo Piano, un Circolo Culturale di Correggio che promuove iniziative per la cittadinanza e pubblica una rivista mensile di informazione locale, gli dedica un'intervista dal titolo "Fuga per la vittoria" firmato da Willer Magnanini e Mauro Degola dove Collins Okpebholo racconta se stesso e le sue esperienza di vita.

Clicca qui e leggi l'articolo "Fuga per la vittoria"


La news stata vista 528 volte

Notizia precedente:
I NUOVI TIGROTTI: TIBERIO PARENTI
Notizia successiva:
OGGI ALLE 16.30 IL PRIMO TEST DELLA STAGIONE
 
LA CORREGGESE TORNA AL LAVORO AL BORELLI
CORREGGIO (Reggio Emilia) 18.08.2017 - Sono ripresi ieri i lavori della Prima Squadra della Correggese in preparazione del campionato di serie D e per l'iminente impegno di Coppa Italia di Domenica 27 Agosto in trasferta...
AL LAVORO ANCHE LA JUNIORES CORREGGESE
CORREGGIO (Reggio Emilia) 18.08.2017 - Ieri pomeriggio alle ore 16, è iniziata ufficialmente la stagione della Juniores Nazionale della Correggese. Rosa composta da 24 elementi quasi tutti nuovi, rispetto all'a...
I NUOVI TIGROTTI: FEDERICO DEL COLLE
CORREGGIO (Reggio Emilia) 16.08.2017 - Nato a Fiesole in provincia di Firenze il 2 febbraio del 1990, Federico Del Colle inizia la sua carriera da professionista nel 2007 nell'Associazione Calcio Siena nel ruolo di ce...
STILATI I CALENDARI DELLA SERIE D
ROMA 14.08.2017 -  E' da poco terminata la stesura completa dei calendari di serie D. La Correggese, inserita nel girone D  composto da emiliane, toscane e umbre, esordirà in casa nella prima giornata de...
Altre news - Settore giovanile
 
 
Virtus e Correggese insieme per i giovani
Per informazioni
   
Main Sponsor

S.S.D. CORREGGESE CALCIO 1948 arl: Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE - TEL 0522.692265 - FAX 0522 642286 - P.Iva 01397880350
STADIO Comunale "Nuovo Stadio Walter Borelli" Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE correggese@correggese.it
Sito internet by www.globe.st